foto1
foto1
foto1
foto1
foto1

FIAB CilentoInBici

CAMEROTA

1canadianxpills.com-buy levitra online without prescription...

 

 E' iniziata la campagna

 tesseramento per l'anno 2017

tessera w fiab 2017


 

 

 

  GUARDA IL VIDEO   

 

Meteo Campania

 

Le associazioni in ITALIA


                                           lente

 

 

STATUTO “ FIAB CAMEROTA – CILENTOINBICI onlus ”

 

 

TITOLO I – DENOMINAZIONE – SEDE

Articolo 1

denominazione

Si è costituita , nel rispetto del Codice civile l’associazione denominata:

”FIAB CAMEROTA – CILENTOINBICI onlus”

Articolo 2

Sede Legale

L’associazione ha sede in Camerota Fraz. Marina (SA) – via Previteri, 13

 

TITOLO II – FINALITA’ DELL’ASSOCIAZIONE

Articolo 3

Finalità, principi ispiratori e inquadramento giuridico

 

L’Associazione non ha fini di lucro ed intende perseguire esclusivamente finalità di solidarietà sociale.

Scopo dell’associazione è lo svolgimento di attività nel settore della tutela e valorizzazione delle natura e dell’ambiente nell’ambito delle politiche per la mobilità sostenibile.

In particolare l’associazione promuove l’uso della bicicletta, propone e concorre a realizzare provvedimenti per incentivare la mobilità sostenibile, per sviluppare la sicurezza stradale delle cosiddette “utenze deboli della strada” e tutelare i loro diritti.

L’associazione persegue gli obiettivi di:

  • valorizzare e tutelare l’ambiente urbano, extraurbano e naturale, rendendolo più fruibile e vivibile, tutelando la salute e la sicurezza pubblica e migliorando la qualità della vita;
  • ridurre la congestione del traffico urbano durante il periodo turistico e quindi i livelli di inquinamento atmosferico, acustico ed ambientale;
  • combattere il riscaldamento globale, diminuendo l’emissione di CO2 e favorendo il risparmio energetico;
  • sensibilizzare i bambini ed i ragazzi ad avere cura del proprio ambiente e a concorrere alla salvaguardia dello stesso;

L’associazione si ispira a principi di solidarietà, ecologia e nonviolenza; la sua struttura è democratica.

 

 

L’associazione si avvale prevalentemente delle attività prestate volontariamente e gratuitamente dai propri aderenti.

L’associazione è regolata dal presente Statuto ed agisce nei limiti del codice civile, delle leggi statali e regionali che regolano l’attività dell’associazionismo e del volontariato, nonché dei principi generali dell’ordinamento.

 

Articolo 4

Attività

L’associazione per il perseguimento della finalità di cui all’art.3

  • Propone la realizzazione di strutture, infrastrutture, provvedimenti e politiche che valorizzino e tutelino l’ambiente urbano, extraurbano e naturale, rendendolo più fruibile e vivibile, tutelando la salute e la sicurezza pubblica e migliorando la qualità della vita. In particolare, con lo scopo di valorizzare e tutelare l’ambiente urbano, extraurbano e naturale, elabora proprie proposte o, in accordo con gli enti preposti, collabora alla progettazione, realizzazione o manutenzione di:-percorsi urbani ed extraurbani – percorsi di valorizzazione della natura in aree di pregio naturalistico o parchi naturali – provvedimenti di moderazione del traffico urbano – provvedimenti di tutela e miglioramento del verde pubblico e dell’ambiente urbano in generale, con particolare attenzione ai Centri Storici.
  • Coopera con altre associazioni e con tutti coloro che, nei diversi campi della vita culturale e sociale, operano in difesa dell’ambiente. In particolare si propone di collaborare ad iniziative concrete di tutela e valorizzazione dell’ambiente, del paesaggio e del patrimonio artistico con altre associazioni di difesa ambientale, quali realizzazioni, tutela e valorizzazione di aree protette e percorsi naturalistici, giornate di azioni concrete di coinvolgimento della cittadinanza attiva (come ad es. pulizia e manutenzione dell’ambiente urbano – pulizia e manutenzione di sentieri naturalistici ecc..), giornate di sensibilizzazione a favore del patrimonio ambientale e artistico italiano, iniziative per la promozione di produzione biologiche o tipiche realizzate con minor impatto sull’ambiente, manifestazioni a favore di provvedimenti ambientali e denunce contro chi danneggia l’ambiente, e quanto altro possa ritenersi utile per la tutela e la protezione dell’ambiente, in particolare organizzando la partecipazione a queste iniziative con l’utilizzo della bicicletta, in qualità di mezzo di trasporto non inquinante e sostenibile.
  • Propone e concorre a realizzare provvedimenti per la moderazione del traffico, per la sicurezza stradale e per la risoluzione dei problemi legati alla mobilità, oltre che per finalità ambientali anche per tutelare ciclisti e pedoni e, più in generale, tutti i soggetti “svantaggiati”, la cui incolumità o libertà di movimento, può essere lesa e ostacolata dal

traffico stradale, quali disabili, anziani e bambini. Ai tal fini, intraprende ogni iniziativa politica, culturale e legale negli ambiti citati, inclusa la costituzione in giudizio come parte civile.

  • Critica i danni ambientali e sociali causati dall’uso improprio del mezzo privato a motore e individua iniziative e proposte per favorire un ambiente, sia naturale che urbano, più pulito, più vivibile e che favorisca le relazioni sociali.
  • Promuove l’ intermodalità tra bicicletta e mezzi di trasporto collettivo, in particolare con iniziative per il miglioramento del trasporto dei mezzi urbani quale scopo di spostamento o di collegamento con il trasporto ferroviario. Inoltre promuove e sviluppa l’uso della bicicletta quale mezzo di trasporto semplice, economico ed ecologico.
  • Promuove l’uso della bicicletta anche nel tempo libero, quale forma di turismo eco-compatibile, per far conoscere e valorizzare gli aspetti ambientali del territorio, in alternativa a forme di turismo o escursionismo non rispettose dell’ambiente del territorio; promuovendo manifestazioni pubbliche ed altre iniziative utili per realizzare tali finalità, quali – lo studio, la pubblicazione, la divulgazione e la realizzazione di percorsi ed itinerari, che valorizzino, anche con apposita segnaletica e con interventi di salvaguardia o manutenzione, la natura, il paesaggio e il patrimonio artistico e culturale del territorio. In particolare si propone il recupero e la valorizzazione di sentieri, percorsi “storici”, argini dei corsi d’acqua naturali ed artificiali, tutela della costa, delle spiagge e della zona protetta marina, sedimi ferroviari dismessi, e tutti quei manufatti ed ambienti naturali ed urbani che meritano di essere sottratti all’abbandono e all’incuria.
  • Elabora, autonomamente o su incarico di enti pubblici ed organismi privati, studi e ricerche, piani di fattibilità, progetti di percorsi ciclabili o altre strutture e provvedimenti utili per realizzare le finalità di cui ai punti precedenti;
  • Pone in essere ogni attività utile a favorire l’approfondimento tecnico o divulgare la conoscenza ad un più vasto pubblico di tutti gli argomenti relativi alle finalità dell’associazione;
  • Organizza progetti educativi scolastici, attività culturali, di educazione ambientale, stradale e alla mobilità sostenibile nelle scuole di ogni ordine e grado, in qualità di “associazione riconosciuta, operante nel settore della prevenzione, della sicurezza stradale e della promozione ciclistica”;
  • Organizza per i propri soci corsi di formazione ed aggiornamento e sviluppa quanto altro possa essere utile al funzionamento ed alla organizzazione delle associazioni aderenti, ai fini della realizzazione a livello locale degli scopi statutari;

 

  • Svolge ogni altra possibile attività, individuabile come istituzionale o direttamente connessa, volta a conseguire gli scopi sociali.

 

Articolo 5

Adesione ad altri Enti ed attività accessorie

 

L’associazione aderisce alla Federazione Italiana Amici della Bicicletta (FIAB)e, tramite questa, all’European Cyclists’ Federation (ECF).

L’Associazione potrà compiere tuti gli atti e concludere tutte le operazioni necessarie e utili alla realizzazione degli scopi sociali, collaborando anche con altre Associazioni od Enti, nazionali o esteri, che svolgano attività analoghe o accessorie all’attività sociale.

 

TITOLO III – SOCI

Articolo 6

Modalità di adesione

L’associazione è aperta a chiunque ne condivide gli scopi e manifesta l’intenzione all’adesione mediante il pagamento della quota sociale e l’accettazione della tessera.

La consegna o l’invio della tessera è da intendersi anche quale atto di ammissione da parte dell’associazione.

Il Consiglio direttivo stabilisce annualmente le quote di adesione per l’anno sociale seguente, differenziate tra soci ordinari ed altre categorie di soci che il Consiglio direttivo stesso può individuare per particolari scopi promozionali.

Il consiglio Direttivo inoltre ha facoltà di nominare un Presidente onorario a vita e ogni anno fino a venti soci onorari, per particolari meriti connessi alle finalità dell’associazione.

 

Articolo 7

Diritti e doveri dei Soci

Tutti i soci, di ogni categoria, possiedono gli stessi diritti. Possono partecipare a tutte le iniziative promosse dall’associazione ed intervenire alle assemblee ordinarie e straordinarie.

Hanno diritto di voto, che possono esercitare direttamente o per delega scritta, per l’approvazione e le modificazioni dello statuto, dei regolamenti e delle delibere assembleari e per la nomina degli organi direttivi dell’associazione.

Ogni socio ha diritto ad un solo voto, indipendentemente dalla quota associativa versata.

I soci hanno diritto alle informazioni ed al controllo stabilite dalle leggi e dallo statuto.

 

I soci hanno l’obbligo di rispettare le norme del presente statuto e dei regolamenti sociali e di pagare annualmente la quota sociale di adesione.

I soci che desiderano svolgere attività di volontariato devono eseguire gli incarichi ricevuti e i lavori preventivamente concordati adeguandosi ai regolamenti interni dell’Associazione.

Le prestazioni fornite dai soci sono esclusivamente a titolo gratuito. L’Associazione, in caso di necessità può avvalersi di prestatori di opera retribuiti nei limiti della legislazione sulle ONLUS e sulle associazioni di promozione sociale.

 

Articolo 8

Recesso ed esclusione dei soci

 

Si esclude la temporaneità della partecipazione alla vita associativa.

Le quote o i contributi associativi sono intrasmissibili, ad eccezione dei trasferimenti causa morte, e non rivalutabili.

La qualità di associato cessa esclusivamente per:

  1. recesso o morte del socio;
  2. mancato pagamento della quota sociale annua entro il 31 marzo, nel qual caso la volontà di recedere si considera tacitamente manifestata;
  3. esclusione per gravi motivi da disporre a cura del Consiglio direttivo.

Il recesso, comunque manifestato, ha effetto immediato.

I soci receduti o esclusi non hanno diritto al rimborso del contributo sociale annuo versato.

I soci escludi possono opporsi al provvedimento del Consiglio Direttivo di fronte alla successiva Assemblea dei Soci.

 

TITOLO IV – ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

Articolo 9

Organi dell’associazione

 

Sono organi dell’associazione:

  1. L’Assemblea dei Soci;
  2. Il consiglio direttivo;
  3. Il Presidente.

 

Articolo 10

Funzioni dell’Assemblea

 

L’assemblea dei soci è composta da tutti gli iscritti ed è l’organo sovrano dell’associazione.

 

L’assemblea è convocata almeno una volta all’anno entro il mese di aprile per verificare le attività svolte, approvare il bilancio consuntivo ed il bilancio preventivo, eleggere i membri scaduti del Consiglio Direttivo e dare le linee programmatiche all’associazione.

Il Presidente, il vice-Presidente, il Segretario ed il Tesoriere, che devono essere membri del Consiglio Direttivo, sono eletti dall’Assemblea, salvo che quest’ultima ne deleghi, interamente o in parte, l’elezione al Consiglio Direttivo stesso.

L’assemblea è convocata in via ordinaria dal Presidente; in via straordinaria può essere richiesta dalla maggioranza del Consiglio Direttivo o dal 10% dei soci.

L’assemblea deve essere convocata mediante comunicazione scritta o tramite posta elettronica a tutti i soci almeno 15 giorni prima.

L’assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà più uno degli associati, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti.

Ogni socio ha diritto ad un solo voto ed è ammessa un sola delega per socio.

Le riunioni dell’assemblea vengono riassunte in un verbale redatto dal Segretario, sottoscritto dal Presidente e raccolte in un libro verbali dell’Assemblea. A tale verbale si allegano le deliberazioni, i bilanci ed i rendiconti approvati dall’Assemblea.

Esso resta sempre depositato presso la sede ed ogni socio dietro richiesta può consultarlo. Inoltre un estratto del verbale, delle deliberazioni, del bilancio e dei rendiconti deve essere comunicato ai soci tramite inserto sulla rivista dell’associazione oppure tramite lettera circolare con affrancatura ordinaria.

 

Articolo 11

Funzione del Consiglio direttivo

Il consiglio Direttivo è costituito da un minimo di tre ad un massimo di sette membri , scelti tra i soci dall’assemblea generale, che restano in carica per il primo mandato per tre anni e successivamente due anni.

In caso di recesso anticipato, saranno sostituiti dai soci che, nell’ultima assemblea abbiano conseguito un numero di voti immediatamente inferiore a quello dei soci eletti.

Il Consiglio, ove delegato dall’assemblea, nella riunione immediatamente successiva designa nel suo ambito il Presidente, il Vice-Presidente, il segretario, il Tesoriere ed affida, anche di propria iniziativa, ulteriori incarichi ritenuti necessari.

Il Presidente convoca il Consiglio almeno una volta ogni due mesi, tramite comunicazione scritta almeno 15 giorni prima.

Il Consiglio può deliberare solo se è presente più della metà dei suoi componenti e delibera a maggioranza dei presenti; in caso di parità vale il voto del Presidente.

Il consiglio Direttivo, nei limiti di quanto stabilito dall’Assemblea, è investito dei più ampi poteri per decidere sulle iniziative da assumere e sui criteri da seguire per il conseguimento degli scopi sociali, per l’attuazione delle delibere programmatiche assembleari e per la direzione ed amministrazione dell’associazione.

E’ in sua facoltà redigere regolamenti per la disciplina dell’attività dell’associazione i quali dovranno essere sottoposti all’assemblea per l’approvazione.

 

 

Articolo 12

Il Presidente – Il Presidente Onorario

 

-Il Presidente ha la rappresentanza legale dell’associazione, convoca e presiede il Consiglio Direttivo e convoca l’Assemblea dei soci. In caso di sua assenza è sostituito dal Vice – Presidente. Può inoltre delegare per mansioni tecniche e particolari funzioni di rappresentanza altri membri del consiglio direttivo oppure altri soci.

In caso di urgenza il Presidente può compiere ogni atto necessario per la tutela degli interessati dell’associazione, con successiva ratifica da parte del Consiglio Direttivo.

-Il Presidente Onorario è nominato dal Consiglio Direttivo su proposta del Presidente in ragione dell’onore per l’Associazione di annoverarlo nei suoi organi per ragioni connesse alla sua personalità, competenza e prestigio.

Il primo Presidente Onorario verrà nominato dai soci fondatori all’atto della costituzione dell’Associazione.

Egli è esonerato dal pagamento delle quote annuali all’associazione e partecipa all’Assemblea dei Soci con diritto di intervento e di voto. La durata della carica è fino a revoca o dimissioni. Il soggetto nominato può essere revocato dall’incarico solo in caso di dimostrata incompatibilità personale rispetto ai valori fondanti, ai principi e agli scopi dell’Associazione. La revoca è deliberata con votazione a maggioranza del Consiglio Direttivo.

 

 

 

 

Articolo 13

Il Segretario – Il Tesoriere

 

Il segretario redige i verbali dell’assemblea dei soci, delle riunioni del Consiglio Direttivo e gli altri libri associativi; cura l’esposizione nella sede sociale della convocazione delle assemblee dei soci, delle riunioni del Consiglio Direttivo con relativo ordine del giorno, e di regolamenti sociali; svolge tutte le altre mansioni di segreteria che gli sono affidate dal Consiglio Direttivo.

Il Tesoriere tiene la contabilità, i libri contabili e la cassa, redige i bilanci, cura pagamenti ed incassi, secondo le indicazioni impartite dal Consiglio Direttivo:

 

 

Articolo 14

Elettività delle cariche sociali

 

Le cariche degli organi dell’associazione sono elettive e gratuite

 

TITOLO V – IL PATRIMONIO ED ESERCIZIO FINANZIARIO

 

Articolo 15

Patrimonio dell’Associazione

 

L’associazione trae le risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento della propria attività da:

  • quote associative e contributi degli aderenti;
  • sovvenzioni e contributi di privati, singoli o istituzioni, nazionali o esteri;
  • sovvenzioni e contributi dell’Unione Europea, dello Stato, di istituzioni o di enti pubblici, nazionali o esteri;
  • rimborsi derivanti da convenzioni;
  • entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali od occasionali;
  • donazioni, lasciti e rendite di beni mobili o immobili pervenuti all’associazione a qualunque titolo.

 

 

 

Articolo 16

Esercizio finanziario e bilancio

 

L’esercizio finanziario si chiude al 31/12 di ogni anno. Il Consiglio Direttivo entro sessanta giorni dalla chiusura dell’esercizio dovrà redigere il bilancio consuntivo e quello preventivo da sottoporre all’approvazione dell’assemblea ordinaria annuale.

Il bilancio consuntivo deve restare depositato in copia presso la sede dell’associazione durante i quindici giorni che precedono l’assemblea e finché sia approvato. I soci possono prenderne visione.

Il bilancio è composto da un rendiconto economico e da un rendiconto finanziario; il rendiconto economico evidenzia analiticamente le uscite e le entrate secondo criteri di cassa, il rendiconto finanziario evidenzia la situazione patrimoniale dell’associazione elencando distintamente la liquidità, i debiti, i crediti, il valore stimato del magazzino e degli altri beni mobili ed immobili di proprietà dell’associazione.

Dal bilancio consuntivo devono risultare i beni, i contributi o i lasciti ricevuti.

E’ vietato distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Eventuali avanzi di gestione saranno interamente destinati al perseguimento degli scopi sociali.

 

 

TITOLO VI – REVISIONE DELLO STATUTO E SCIOGLIMENTO

 

Articolo 17

Revisione dello Statuto

 

Eventuali modifiche del presente statuto dovranno essere deliberate dall’assemblea con una maggioranza di due terzi dei presenti. L’assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la presenza di almeno la metà più uno degli associati, in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti.

 

Articolo 18

Scioglimento dell’Associazione

 

Lo scioglimento dell’associazione è deliberato dall’assemblea generale con il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati.

In caso di scioglimento dell’associazione, per qualunque causa, il suo patrimonio verrà obbligatoriamente devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o ai fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’articolo 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, n.662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

 

 

 

TITOLO VII – SIMBOLO E COMUNICAZIONI RIVOLTE AL PUBBLICO

Articolo 19

Simbolo e comunicazioni rivolte al pubblico

Il simbolo dell’associazione, che può essere modificato, deve riportare la dicitura “FEDERAZIONE   ITALIANA AMICI DELLA BICICLETTA ONLUS”.

E’ obbligatorio l’uso, nella denominazione e in qualsivoglia segno distintivo o comunicazione rivolta al pubblico della locuzione “organizzazione non lucrativa di utilità sociale” o dell’acronimo “Onlus”.

 

 

TITOLO VIII – DISPOSIZIONI FINALI

 

Articolo 20

Disposizioni finali

 

Per tutto quanto non contemplato nel presente Statuto, trovano applicazione le norme stabilite dal codice Civile e dalla normativa vigente.

 

 

Marina di Camerota 28/02/2015

 

SOCI   FONDATORI:

 

Giovanni Moretti

…………………………………

 

Dr. Vincenzo Molfese

…………………………………

 

Antonio Calicchio

………………………………….

 

Raffaele Greco

………………………………….

 

Angela Di Lorenzo

…………………………………….

 

Elvira Del Mastro

…………………………………..

 

Giuseppina Bruno

………………………………….

 

Comunicazione ai sensi dir. 2009/136/CE: questo sito utilizza cookies tecnici e di profilazione.

L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui Cookies
Informativa rilasciata in base a direttive del Garante della Privacy : Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014 (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014) - Registro dei provvedimenti n. 229 dell'8 maggio 2014.

Il sito cilentoinbici.com utilizza i Cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie qui usati permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma ciò potrebbe impedirvi di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. I cookies di terze parti non potranno più comunicare ai loro siti padre, ma non possono essere rimossi da questo sito e devono essere rimossi con altri mezzi (Impostazioni del browser).

Che cosa sono i cookies?
I cookie sono identificatori univoci, generalmente composti di piccole stringhe di testo o codice. Di regola, i cookie sono memorizzati sul vostro dispositivo o nel vostro browser e inviano determinate informazioni alla parte che ha trasmesso il cookie. Su questo sito si usano cookies proprietari di tipo tecnico (operativamente necessari) e cookies di terze parti.

Cookies terze parti utilizzati da questo sito:

Google
Questo Sito è indicizzato da Google. Google utilizza dei "cookies". Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte Vostra (compreso il Vostro indirizzo IP) verranno trasmesse a, e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati. Indirizzi utili ai fini di meglio comprendere la privacy policy di Google: http://www.google.com/privacypolicy.html

Widget Video (youtube) Questi servizi permettono di visualizzare contenuti ospitati su piattaforme esterne direttamente dalle pagine di questa Applicazione e di interagire con essi. Nel caso in cui sia installato un servizio di questo tipo, è possibile che, anche nel caso gli Utenti non utilizzino il servizio, lo stesso raccolga dati di traffico relativi alle pagine in cui è installato. Youtube è un servizio di visualizzazione di contenuti video gestito da Google Inc. che permette a questa Applicazione di integrare tali contenuti all'interno delle proprie pagine. Dati personali raccolti: Cookie e Dati di utilizzo. Luogo del trattamento : USA – Privacy Policy.